• _

Soffiaggio bottiglie PLA

_

Trai i progetti più recenti per il settore “packaging”, SMILAB ha realizzato lo studio di fattibilità e la prototipazione di una bottiglia da 1,5 L prodotta in PLA, un bio-polimero di origine vegetale in grado di sostituire i polimeri termoplastici come il PET.

Il PLA (Acido Poli-lattico) è stato il secondo biopolimero (2002) commercializzato e venduto su larga scala; questo materiale ha eccellenti proprietà fisiche e meccaniche, che lo rendono il miglior candidato per la sostituzione di polimeri termoplastici da fonte petrolchimica (per alcune applicazioni); le innovazioni recenti nella tecnologia di fermentazione dell'acido lattico hanno aperto le possibilità per la produzione del polimero su larga scala.

_

Il PLA ha bassa resistenza all’urto, paragonabile a quella del PVC non-plastificato. Durezza, rigidezza, resistenza all’urto ed elasticità del PLA, importanti per le applicazioni quali i contenitori per bevande, sono simili a quelle del PET. Il film orientato in PLA può essere piegato o ripiegato, ha buona resistenza a torsione, proprietà tipiche della carta e alla stagnola e che solitamente nei film in materiale plastico non si trovano. Queste proprietà, l'alto modulo a flessione e l’elevata trasparenza, fanno del film in PLA un materiale paragonabile al film cellophane.

_

Oggi il 70% del PLA prodotto è utilizzato nel settore dell’imballaggio, dove trova applicazione nel confezionamento di:

- Cibi e pane: molte possibilità per l’imballaggio di cibi e pane grazie alla sua trasparenza, alle buone proprietà meccaniche e ad un’idonea permeabilità all’umidità. Rispetto ai polimeri a base amido, il PLA ha una migliore barriera all’umidità.

- Succhi o latte: non è idoneo per la bassa barriera all’umidità, anche se si sta cercando di migliorare questa proprietà con processi di deposizione di ossido di alluminio (con conseguente aumento dei costi).

- Acqua: adatto per le bottiglie contenenti acqua non gassata.

- Grassi ed oli: idoneo per le sue proprietà di resistenza chimica a questi prodotti.

- Imballaggio non-cibi: la Panasonic ha usato questo materiale per l’imballaggio rigido di batterie.

- Profumi: questa applicazione potrebbe essere sviluppata per la resistenza del PLA all’alcool.

- Detergenti: si dovrebbe superare il problema della bassa fessurazione sotto sforzo attraverso l’uso di PLA modificati con agenti antiurto.